CAUSE, SINTOMI, DIAGNOSI, CURA E PREVENZIONE

L’uretrite è l’infiammazione della parete dell’uretra, lo stretto canale che collega la vescica all’esterno. L'uretrite colpisce ambedue i sessi ma con maggiore incidenza il sesso maschile, in quanto nell'uomo l'uretra è più lunga e quindi è maggiore la possibilità che un suo tratto venga colpito da infiammazione. Se non curata può evolvere in cistite.


CAUSE

L’uretrite può essere di natura infettiva, se causata da un organismo patogeno, o semplicemente infiammatoria se dovuta ad agenti chimico-fisici.



Nell’uretrite infettiva i microrganismi possono colonizzare l’uretra per:

— via ascendente (dall’esterno per contatto sessuale);

— via ematica;

— via discendente (nelle cistiti i batteri scendono dalla vescica all’uretra);

Rapporti sessuali non protetti o mancanza di una corretta igiene intima aprono la strada a infezioni da Clamidia, Trichomonas, Mycoplasma, Herpes genitale o Escherichia coli.

In presenza di un’infezione urinaria, il passaggio dell’urina infetta attraverso l’uretra consente ai batteri responsabili della cistite di attaccarsi alla parete e proliferare, andando ad aggravare il quadro clinico del paziente.

L’uretrite non infettiva può scatenarsi dopo l’uso di farmaci ad alta escrezione urinaria o all’uso di sostanze detergenti aggressive che vanno ad irritare le cellule della parete uretrale, innescando processi infiammatori; l’infiammazione può anche essere data da traumi da schiacciamento dovuti ad attività sportive che impegnano la zona genitale come il ciclismo o l’equitazione. 

I pazienti che soffrono di calcolosi o portatori di cateteri sono particolarmente soggetti a uretriti. Il passaggio nello stretto canale uretrale di corpi estranei, con superficie irregolare, può causare piccole lacerazioni della parete. Queste lesioni oltre a dare infiammazione e dolore, possono diventare facile bersaglio dei microrganismi presenti nell’urina.


SINTOMI

I sintomi di uretrite sono differenti tra uomo e donna a causa delle differenze anatomiche.

Sintomi di uretrite nell’uomo:

— secrezioni bianche o opache;

— sensazione di bruciore o dolore quando si urina;

— irritazione della punta del pene;

— bisogno frequente di urinare. 

Sintomi di uretrite nella donna:

L’uretrite nella donna non presenta sintomi evidenti se non dolore e bruciore alla minzione. Se l’uretrite infettiva non viene adeguatamente curata può diffondere nell’apparato genito-riproduttore e sviluppare la malattia infiammatoria pelvica (PID), che causa dolore persistente e aumenta il rischio di infertilità o infezione alla cervice. I sintomi ad essa associati sono:

— perdite vaginali anomale;

— spotting intermestruale;

— dolore durante e dopo i rapporti;

— spotting dopo i rapporti.


DIAGNOSI

Esistono due test normalmente usati per diagnosticare l’uretrite.

Tampone uretrale o swab test
Consiste nel prelievo dall’uretra, attraverso un tampone, di un piccolo campione di cellule che vengono esaminate al microscopio per cercare le prove di un’infiammazione o di batteri che causano l’uretrite.

Test dell’urina
Consiste nell’analisi di un campione di urina per individuare i batteri che causano l’uretrite. Per migliorare l’affidabilità del test, è consigliato trattenere l’urina almeno due ore, prima di raccogliere il campione da analizzare.


CURA

Gli antibiotici Macrolidi, Tetracicline e Chinoloni sono la terapia standard per l’uretrite infettiva. Se ci si espone a nuovo contagio è possibile andare incontro a recidive; per questo motivo è importante che anche il partner venga trattato. L’uso di antidolorifici e antipiretici possono attenuare i sintomi. I farmaci devono essere prescritti dal medico curante e devono essere assunti alla dose consigliata per tutto il tempo di terapia.


PREVENZIONE

Il modo migliore per proteggersi da malattie sessualmente trasmissibili che causano uretriti infettive è quello di praticare sesso sicuro usando sempre il preservativo quando si hanno rapporti sessuali. 

Mantenere le urine pulite utilizzando in prevenzione integratori con attività antimicrobica e in grado di normalizzare l’ambiente urinario, può proteggere dall’insorgenza di cistiti e uretriti batteriche.

A questo scopo può essere utilizzata la L-metionina, un amminoacido essenziale in grado di produrre ioni idrogeno (H+) per via metabolica. Portare il pH a valori fisiologicamente acidi rende sfavorevole la replicazione batterica.