Sport / Performance

Per performance possiamo comunemente intendere il livello di una prestazione sportiva. Questo è soggetto a varianti di diverso tipo quali:

— conoscenze motorie acquisite (schemi motori di base);

— capacità motorie;

— abilità motorie e sportive;

— fattori strutturali ed auxologici;

— requisiti relativi ai tratti della personalità (interesse, disponibilità, motivazione);

— capacità tattiche.

A queste aggiungeremmo senz’altro il grado di allenamento, l’alimentazione, la supplementazione e il riposo/recupero.

Tralasciando gli altri non meno importanti fattori, e considerando il fattore supplementazione vedremo che moltissimo si può fare al fine di migliorare le nostre prestazioni.

Così dovremo considerare l’introito proteico dell’atleta (correttamente supplementari da complessi di amminoacidi ove necessario), il suo apporto glucidico e lipidico.


Uno sportivo necessita di una maggior quantità di proteine/amminoacidi e che siano di pronto utilizzo, meglio ancora se scissi a priori o comunque isolate di ottima qualità in quanto il suo turnover metabolico a livello di cellule muscolari è superiore e differente rispetto ad una persona sedentaria.

Talvolta sarà addirittura necessario scegliere tra l’implementazione di tutti gli amminoacidi o dei soli ramificati (principali componenti del tessuto muscolare) o dei glucogenetici (fornitori, in caso di allenamenti impegnativi e prolungati) di glucosio, la principale moneta energetica utilizzata dal corpo umano.

Una supplementazione di glutammina potrà implementare la velocità di recupero di un atleta migliorandone la resistenza e, da non sottovalutare, il sistema immunitario.

Sali alcalini di potassio, magnesio e calcio sono indispensabili a diversi scopi:

— mantenimento corretto rapporto idrico del corpo;

— corretta contrattilità muscolare;

— prevenzione crampi;

— corretto mantenimento dello stato alcalino del corpo.

L’usura di determinate articolazioni porterà ad infiammazioni che possono limitare la performance sportiva: ecco che un grosso aiuto deriva dall’uso di supplementi a base di MSM, Bromelina, Curcuma, Boswellia che sono tutte sostanze a forte azione antinfiammatoria.

Nel caso si punti a prestazioni di forza e potenza un grande aiuto deriverà dall’impiego di creatina, carnitina, arginina le quali portano nutrimento alle cellule (insieme a liquido) e favoriscono la vasodilatazione per un maggior apporto sanguigno alla muscolatura.

La performance però non è solo la prestazione dell’atleta propriamente detto bensì è il risultato che ciascuno si aspetta dal proprio impegno fisico (in questo caso): una persona che faccia attività solamente a scopo di benessere e non agonistico troverà giovamento alla propria performance magari riducendo il livello di cortisone dovuto allo stress dell’attività lavorativa quotidiana o degli impegni domestici: ecco che un semplice apporto di fosfatidilserina o di biancospino potrebbero già cambiare i risultati dell’impegno in palestra.

Anche il sistema immunitario è tra i primi fattori responsabili della nostra performance: ecco che andando ad aiutarlo con un supplemento può portare benefici alla salute e anche all’attività fisica che torna ad essere piacevole e benefica.