Home / AZIENDA

UN'AZIENDA NON CONVENZIONALE

Biohealth Italia nasce nel 1999 con l’obiettivo di dare corpo al concetto di Integrazione Minerale Evoluta. Nel corso degli anni perfeziona e sviluppa il concetto di integrazione alimentare ponendo particolare attenzione a:

— origine delle materie prime. La preferenza viene sempre data ai fornitori che possono certificare l’origine del principio attivo, alle materie prime preparate ed estratte in Italia o in paese certificati attraverso i controlli più severi;

— selezione delle materie prime che garantiscono la miglior biodisponibilità e nel contempo l’assenza di effetti collaterali. Si commercializza così il primo (e al momento unico) citrato tribasico di potassio e magnesio che offre la più alta percentuale di cessione del principio attivo;

— composizione dei propri prodotti. Ricercando e sviluppando brevetti e formulazioni che possano offrire la più ampia e nel contempo particolareggiata visione di benessere;

— ricerca di forme farmaceutiche innovative con cui veicolare i proprio preparati. Nascono cosi i primi (e al momento unici) integratori in compresse a lento rilascio, con la più alta concentrazione di potassio e magnesio, in grado di garantire un’efficace copertura delle 24 ore con sole due somministrazioni giornaliere.


UN'AZIENDA PER E CON I PAZIENTI

Ricerca, sviluppo e progettualità vengono equamente amalgamate per ottenere un risultato che:

— possa creare e mantenere benessere in chi utilizza i nostri prodotti;

— possa contribuire a chiarire e risolvere la presenza di alcune patologie attraverso sistemi diagnostici innovativi quali Lithocenter (screening metabolico sulle urine delle 24 ore per la definizione del profilo di rischio litogeno);

— supporto telefonico e elettronico costante e personalizzato con specialisti che rispondono a tutti i quesiti posti dagli utenti;

— gestione soggettiva dei casi più delicati con azioni e sconti mirati.


UN'AZIENDA AL FEMMINILE

Contemporaneamente allo sviluppo del listino l’azienda si pone l’obiettivo di sostenere anche il benessere dei propri dipendenti, attraverso:

— l’assunzione a tempo indeterminato di tutte le figure sia a livello di personale interno che di rete esterna;

— favorire una larga maggioranza di quote rosa al punto che la forza operativa aziendale è costituita al 80% da donne;

— gestire e regolare i rapporti con e tra i dipendenti nella massima trasparenza, ove possibile anche decisionale nell’ottica di una condivisione progettuale.

La fortuna del progetto Italia, ha spinto i vertici aziendali a riproporre il modello anche in altri paesi europei garantendo la diffusione del marchio ma soprattutto dei principi fondanti dell’azienda.